powered_by.png, 1 kB
Home arrow Sowerbyella arrow Sowerbyella fagicola J. Moravec 1973
Sowerbyella fagicola J. Moravec 1973
Scritto da Bruno de Ruvo   
mercoledý 16 dicembre 2009

Un altro asco arricchisce il nostro sito e l'Erbario di Muggia dove sono depositati tutti i ritrovamenti teramani, merito dello studio dell'amico Marino Zugna del Forum Micologico AMB di Muggia.

Sowerbyella fagicola J. Moravec, Česká Mykol. 27(2): 66 (1973)
Sistematica: Pyronemataceae, Pezizales, Pezizomycetidae, Pezizomycetes, Pezizomycotina, Ascomycota, Fungi

Descrizione macroscopica della raccolta
Ascomi molto fragili, dal colore giallo-arancio, a maturazione completamente distesi, con diametro 15-20 mm, brevemente peduncolati.
Superficie imeniale liscia, di colore giallo-arancio, ocra-arancio negli esemplari in avanzato stadio di maturazione.
Superficie esterna da leggermente forforosa a liscia, concolore all'imenio, margine concolore. Bordo intero.
Piede non radicante, cilindrico-svasato in alto, molto fragile, lungo all'incirca la metà della coppa, di colore ocra-arancio.
Carne concolore alla superficie esterna, acquosetta, di consistenza fragile, sapore "da secco", non rilevante. Odore non testato.

Descrizione microscopica della raccolta
Spore (16,2) 17,6-20,4 (21,2) x (6,6) 7,5-8,7 (9,2) µm, In media 19,27 x 8,16 µm, Q (2,0) 2,18-2,5 (2,7), Q.m. = 2,37 µm, Vol. (382) 572- 801 (897) µm³, Vol.m = 675 µm³; subfusiformi, finemente verrucose, da immature con due o più guttule ai poli, a maturazione con una grossa guttula centrale, ben evidente in H2O. In Blu-Cotone-Lattico a caldo si evidenziano delle basse verruche -0,5 µm, da isolate a brevemente connesse a formare delle anastomosi. Con il Melzer le ornamentazioni assumono una lieve colorazione verdastra.
Aschi (159) 160-196 (197) x (7) 10-11 (12) µm, in media 181 x 10 µm, Vol.m = 9636 µm³; opercolati, contenenti otto spore uniseriate, J- all'apice, cilindrici, base pleurorinca o doppia.
Parafisi larghe 2-4 µm, cilindriche, settate, scarsamente ramificate in basso, porzione terminale diritta e con apice di uguale spessore o largo fino 4,5-6 µm, ialine o con granulazione interna giallastra, leggermente congofile, inverdenti in Melzer.
Subimenio spesso 40-60 µm, a textura intricata formato da ife fortemente aggrovigliate, con diametro 3-5 µm, leggermente differenziato dall'excipulum sottostante.
Descrizione degli excipuli: in un esemplare della raccolta, in cui la sezione misurava all'incirca 800 µm, abbiamo riscontrato 2 strati spessi in media: excipulum medullare, 400 µm, excipulum ectale 170 µm.
Imenio 190 µm. Subimenio 50 µm.
1/ excipulum medullare spesso 350-450 µm, a textura intricata, formato da ife con diametro 6,2-13 (16) µm, spesso inflate, settate, ialine, a parete sottile, disposte perpendicolarmente all'imenio.
2/ excipulum ectale spesso 155-185 µm, a textura angularis composto da cellule subglobose, misuranti (21) 29-46 x (17) 29-38 µm, disposte parallelamente all'imenio, ialine o pigmentate di brunastro.
Presenti peli ifoidi dispersi o a gruppetti, aventi per diametro 2-6 µm, poco flessuosi, ialini, 2-3 volte settati.

Osservazioni
Si tratta di una specie di piccola taglia dai colori giallo-aranciati a crescita non cespitosa.
A causa dello stadio avanzato di maturazione i toni di colore di questa raccolta si presentavano ocracei piuttosto che giallo-aranciati. A prima vista queste tonalità "scure", si potrebbero ritenere un aiuto per una separazione, almeno a livello macroscopico, da quelle specie che possiedono tonalità gialle o giallo-aranciate. Purtroppo (come da noi constatato in occasione dello studio di S. radiculata var. radiculata "scheda 1558"), nel caso di esemplari in avanzato stadio vegetativo, spesso, anche le specie di colore tipicamente giallo, per cause diverse, possono assumere tonalità ocracee e perdere quasi totalmente o anche totalmente i colori gialli iniziali, tipici della maggior parte delle Sowerbyella.
In ogni caso, ci sarebbero almeno altre due specie che possiedono già dall'inizio colori ocracei o ocraceo-olivastri o comunque non giallo puro o giallo-aranciato, esse sono: S. reguisii (Quél.) J. Moravec 1985, la quale possiede il disco giallo-oliva, e S. brevispora Harmaja 1984, con disco ocraceo-marroncino, le quali, possiedono entrambe un quadro microscopico ben differente.
In ogni caso, anche per questa specie, la verosimile certezza per una corretta determinazione ci viene fornita, soprattutto, dalla microscopia ed in particolare dalla conformazione sporale. Il loro caratteristico profilo subfusiforme. L'ornamentazione formata da basse verruche connesse in anastomosi. La loro notevole misura. Il Q.m. elevato.
Questi caratteri contribuiscono a separarla dalle altre Sowerbyella, nessuna delle quali, indifferentemente dall'aspetto macroscopico, possiede un quadro microscopico equiparabile.

Materiali e Metodi
Lo studio è stato compiuto su exsiccatum. I preparati sono stati osservati usando come mezzo di governo H2O, ove necessario si è adoperato Rosso Congo acquoso per meglio evidenziare le differenti tipologie cellulari.
Il reagente di Melzer è stato utilizzato per l'accertamento dell'amiloidia degli aschi, il Blu Cotone lattico a caldo per evidenziare l'ornamentazione sporale. Le misure microscopiche sono state eseguite con il software di calcolo Mycométre gentilmente fornitoci dal Sig. Georges Fannechère e prelevabile a questo indirizzo http://mycolim.free.fr. Le misure sporali si riferiscono a 100 unità, ottenute da sporata, scartando spore ancora evidentemente immature e senza tenere conto di eventuali ornamentazioni che, nel caso, si sono misurate a parte, per le rimanenti tipologie cellulari si sono eseguite un minimo di venti misure a tipologia. Per quanto riguarda la nomenclatura abbiamo fatto riferimento a http://www.indexfung...names/Names.asp e http://www.mycobank.org/MycoTaxo.aspx .
Per le osservazioni dei caratteri macroscopici, in alcuni casi, ci siamo valsi di uno stereo microscopio Optech trioculare e del supporto di foto macro ad alta risoluzione. Le foto concernenti la microscopia, sono state eseguite con l'ausilio di una fotocamera Reflex EOS 50D, posto sul terzo occhio del trinoculare di un microscopio biologico Optech Biostar B5, supportato da ottiche Plan-APO, illuminazione alogena 12V-50 W a luce riflessa, con regolatore d'intensità. Le collezioni d'erbario sono conservate nell'erbario A.M.B. Gruppo di Muggia e del Carso.

Dati relativi alla raccolta: N. scheda: 4119, Data di ritrovamento: 26/04/2009. Località: Bosco del Bucione Santo Stefano. Comune: Torricella Sicura. Coordinate geografiche: 339; III; TERAMO. Altezza slm: f. 3. Habitat: boschetto di latifoglia, Carpinus sp., Acer sp., Ulmus sp., tra le foglie marcescenti. Determinatore: Zugna M. Legit: de Ruvo B.

Bibliografia
Breitenbach, J. & F. Kränzlin -1981- Champignons de Suisse. Tome 1. Les Ascomycètes. Lucerne.
Dennis, R.W.G. -1981- British Ascomycetes. Vaduz, 585 pp. + addenda and corrigenda (avec planches).
http://www.indexfungorum.org/Names/Names.asp
Le Gal, M.:1947- Recherches sur les ornementations sporales des Discomycètes operculés. Thèse. Ann. Sc. Nat. Bot. 11 (8) : 73-297.
Medardi G.: 2006 - A.M.B. Ascomiceti d'Italia p. 199.
Moravec J. 1985 – A Taxonomy revision of the genus Sowerbyella Nannfeldt (Discomycetes, Pezizales) Mycotaxon Vol. XXIII, pp. 483-496. July – September 1985
Yao, Y.-J. and Spooner, B.M. - 2006. Species of Sowerbyella in the British Isles, with validation of Pseudombrophila sect. Nannfeldtiella (Pezizales). Fungal Diversity 22: 267-279.


Immagini 800x536

sowerbyella-fagicola.jpg

Image
Sowerbyella fagicola
Image
Sowerbyella fagicola
Image
Spore di Sowerbyella fagicola
 
Pros. >

Funghi

Abortiporus
Agaricus
Agrocybe
Albatrellus
Alnicola
Amanita
Amylostereum
Anthracobia
Antrodia
Armillaria
Arrhenia
Auricularia
Ascobolus
Biscogniauxia
Bisporella
Bolbitius
Boletus
Botryobasidium
Bovista
Byssomerulius
Bjerkandera
Callistosporium
Calocera
Calocybe
Caloscypha
Camarophyllopsis
Cantharellus
Ceriporiopsis
Chalciporus
Chamaemyces
Cheimonophyllum
Cheylimenia
Chlorosplenium
Chondrostereum
Chroogomphus
Ciboria
Clathrus
Clavaria
Clavulina
Clitocybe
Clitopilus
Collybia
Coniophora
Conocybe
Coprinellus
Coprinopsis
Coprinus
Coriolopsis
Cortinarius
Craterellus
Crepidotus
Crustomyces
Cudoniella
Cyathus
Cylindrobasidium
Cystolepiota
Cystoderma
Daedalea
Dasyscyphus
Datronia
Dentipellis
Discina
Disciotis
Eichleriella
Entoloma
Exidia
Exidiopsis
Faerberia
Flammulaster
Flammulina
Galerina
Ganoderma
Gautieria
Geastrum
Geopora
Gerronema
Gloeophyllum
Gloeoporus
Gloiothele
Gomphidius
Gymnopilus
Gymnopus
Gyroporus
Hapalopilus
Haplotrichum
Hebeloma
Helvella
Hemimycena
Heterobasidion
Hericium
Hohenbuehelia
Humaria
Hydnellum
Hydnum
Hydropus
Hygrocybe
Hygrophoropsis
Hygrophorus
Hymenochaete
Hymenoscyphus
Hymenogaster
Hyphoderma
Hyphodermella
Hyphodontia
Hypholoma
Ischnoderma
Inocybe
Kuehneromyces
Junghuhnia
Laccaria
Lachnellula
Lacrymaria
Lactarius
Laeticorticium
Laxitextum
Leccinum
Lentinellus
Lentinus
Lenzites
Lepiota
Lepista
Leucoagaricus
Leucocortinarius
Lycoperdon
Lyophyllum
Macrocystidia
Macrolepiota
Macrotyphula
Marasmius
Megacollybia
Melanogaster
Melanoleuca
Melanophyllum
Melanotus
Melastiza
Melogramma
Meruliopsis
Merulius
Mitrophora
Mutatoderma
Mycena
Mycoacia
Myxomiceti
Morchella
Neobulgaria
Omphalina
Omphalotus
Otidea
Oudemansiella
Panellus
Pachyella
Panaeolus
Parmastomyces
Paxillus
Peniophora
Perenniporia
Peziza
Phaeogalera
Phaeolepiota
Phaeomarasmius
Phaeotellus
Phanerochaete
Phellinus
Phlebia
Phlebiopsis
Pholiota
Pholiotina
Pleurotus
Plicaturopsis
Pluteus
Polyporus
Poniophora
Porostereum
Postia
Psathyrella
Pseudoclitocybe
Pseudocraterellus
Psilocybe
Ptychoverpa
Pulvinula
Radulomyces
Ramaria
Rhizopogon
Rhodocybe
Rhodocollybia
Rhodotus
Rickenella
Rigidoporus
Russula
Rutstroemia
Sarcomyxa
Sarcoscypha
Schizopora
Scleroderma
Scutellinia
Scytinostroma
Sebacina
Septobasidium
Sidera
Simocybe
Sistotrema
Skeletocutis
Sowerbyella
Spathularia
Steccherinum
Stereum
Stropharia
Suillus
Tarzetta
Tephrocybe
Terana
Trametes
Trechispora
Tremella
Trichaptum
Tricholoma
Tricholomopsis
Trichopaea
Tubaria
Tuber
Tulostoma
Typhula
Vascellum
Verpa
Volvaria
Volvariella
Vuilleminia
Xenasmatella
Xerocomus
Xerula
Xylaria
© 2019
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.