powered_by.png, 1 kB
Home arrow Psathyrella arrow Psathyrella prona var. utriformis Kits van Wav. 1972
Psathyrella prona var. utriformis Kits van Wav. 1972
Scritto da Bruno de Ruvo   
giovedý 03 gennaio 2008

Piccolo fungo trovato a Prati Cantieri di Pizzo Intermesoli e sapientemente determinato dal Sig. Marino Zugna del Forum AMB di Muggia

foto 800x536

Estratto dalla scheda del Forum:

Descrizione macroscopica
Pileo Ø 10-20 mm, all'inizio subemisferico, quindi campanulato, infine applanato, liscio, fortemente igrofano, ocra-marroncino con l'umido, molto sbiadente con il secco privo di tonalità rossastre, margine più scuro, marrone testa di moro, non striato. Velo appezzabile ad occhio nudo sotto forma di resti fioccosi, posti soprattutto nella zona marginale.
Lamelle adnate, all'inizio grigiastre poi marroncine, quindi nerastre, intercalate da 1-3 lamellule, filo lamellare bianco, privo di toni rossastri.
Stipite 30-40 x 1-2 mm, liscio, pruinoso all'apice, finemente fibrilloso in basso, esile, biancastro in gioventù quindi concolore al pileo.
Carne esigua con odore e sapore non significativi.

Osservazioni: All'interno della sezione Atomatae, P. prona var. utriformis si differenzia da P. prona var. prona e dalle sue forme: f . orbitarum e f. picta f. cana f. albidula, per avere pleurocistidi utriformi e cheilocistidi pleurocistidioidi.
P. prona, pur non essendo un fimicolo specializzato, non disdegna simili ambienti, spesso la si ritrova in prati concimati o addirittura su sterco fresco. Le nostre esperienza passate annoverano raccolte di P. prona f. albidula, su vecchio letame oramai degradato; P. prona f. cana, su terra nuda mista a stallatico; P. prona var. utriformis, su sterco equino.
Psathyrella romagnesii Kits van Wav., Persoonia 7(1): 44 (1972), specie molto simile, si differenzia per le spore più piccole ed i pleurocistidi subcapitulati.
Altre specie fimicole prese in considerazione:
Psathyrella hirta Peck, (1898) [1897] cistidi lageniformi con lungo e stretto collo e misure sporali minori.
Psathyrella stercoraria (2008), con filo lamellare sottolineato di rosso, cistidi lageniformi con lungo e stretto collo.
Psathyrella coprophila Watling, (1971) = Psathyrella fimetaria Watling, (1971), con spore a poro germinativo obliquo.
C'è da rimarcare una particolarità, riscontrata nelle spore della raccolta in oggetto, esse, oltre a presentare un profilo differente rispetto altre forme sopra citate, cioè, sono equilaterali sia viste di faccia che di profilo, mentre nelle altre forme di P. Prona, da noi studiate in passato, si è sempre evidenziato un evidente profilo subamigdaliforme, inoltre, quello che più ci ha incuriosito è stato il fatto che nelle spore in proiezione laterale il poro germinativo si presenta leggermente obliquo, o per lo meno questa è stata la nostra impressione.
In passato abbiamo già esaminato la "presunta" specie in questione e, anche quella volta, abbiamo avuto la medesima impressione riguardo al poro germinativo. A suo tempo ne avevamo ampiamente discusso nel Forum di Micologia del Gruppo di Muggia e del Carso, convenendo (non senza qualche dubbio mai sopito), che poteva trattarsi di aberrazione ottica. Ora, dopo aver esaminato approfonditamente questa raccolta, i dubbi, se mai possibile, sono aumentati.
Quindi, appena avremo l'occasione, provvederemo a fare delle foto al SEM onde poterci sincerare se il poro germinativo è effettivamente obliquo o meno.
Nel caso lo fosse, sarebbe da prendere in considerazione altra ipotesi determinativa, che altro non potrebbe essere che Psathyrella coprophila Watling, Notes R. bot. Gdn Edinb. 31: 146 (1971) = Psathyrella fimetaria Watling, Notes R. bot. Gdn Edinb. 31: 143 (1971), specie anch'essa con cistidi utriformi ma, soprattutto, con spore a poro germinativo obliquo.
Segnaliamo la forma dei caulocistidi, alquanto singolare per una Psathyrella "da subcapitata a francamente capitulata", particolarità che, di fatto, nelle raccolte di P. prona e relative varietà e forme che, in passato, abbiamo avuto possibilità di studiare, non abbiamo mai riscontrato.
Per altro, nella sua monografia (Kits van Waveren, E. 1985), non considera i caulocistidi come elemento tassonomico discriminante, ritenendoli troppo incostanti nelle forme e nelle misure. Probabilmente, per questo fatto, nella bibliografia consultata, non abbiamo potuto ritrovare descritta tale caratteristica. 

Image
Psathyrella prona var. utriformis
 

 

 

 

 

Image
Psathyrella prona var. utriformis
Image
Spore di Psathyrella prona var. utriformis

 

 

 
< Prec.   Pros. >

Funghi

Abortiporus
Agaricus
Agrocybe
Albatrellus
Alnicola
Amanita
Amylostereum
Anthracobia
Antrodia
Armillaria
Arrhenia
Auricularia
Ascobolus
Biscogniauxia
Bisporella
Bolbitius
Boletus
Botryobasidium
Bovista
Byssomerulius
Bjerkandera
Callistosporium
Calocera
Calocybe
Caloscypha
Camarophyllopsis
Cantharellus
Ceriporiopsis
Chalciporus
Chamaemyces
Cheimonophyllum
Cheylimenia
Chlorosplenium
Chondrostereum
Chroogomphus
Ciboria
Clathrus
Clavaria
Clavulina
Clitocybe
Clitopilus
Collybia
Coniophora
Conocybe
Coprinellus
Coprinopsis
Coprinus
Coriolopsis
Cortinarius
Craterellus
Crepidotus
Crustomyces
Cudoniella
Cyathus
Cylindrobasidium
Cystolepiota
Cystoderma
Daedalea
Dasyscyphus
Datronia
Dentipellis
Discina
Disciotis
Eichleriella
Entoloma
Exidia
Exidiopsis
Faerberia
Flammulaster
Flammulina
Galerina
Ganoderma
Gautieria
Geastrum
Geopora
Gerronema
Gloeophyllum
Gloeoporus
Gloiothele
Gomphidius
Gymnopilus
Gymnopus
Gyroporus
Hapalopilus
Haplotrichum
Hebeloma
Helvella
Hemimycena
Heterobasidion
Hericium
Hohenbuehelia
Humaria
Hydnellum
Hydnum
Hydropus
Hygrocybe
Hygrophoropsis
Hygrophorus
Hymenochaete
Hymenoscyphus
Hymenogaster
Hyphoderma
Hyphodermella
Hyphodontia
Hypholoma
Ischnoderma
Inocybe
Kuehneromyces
Junghuhnia
Laccaria
Lachnellula
Lacrymaria
Lactarius
Laeticorticium
Laxitextum
Leccinum
Lentinellus
Lentinus
Lenzites
Lepiota
Lepista
Leucoagaricus
Leucocortinarius
Lycoperdon
Lyophyllum
Macrocystidia
Macrolepiota
Macrotyphula
Marasmius
Megacollybia
Melanogaster
Melanoleuca
Melanophyllum
Melanotus
Melastiza
Melogramma
Meruliopsis
Merulius
Mitrophora
Mutatoderma
Mycena
Mycoacia
Myxomiceti
Morchella
Neobulgaria
Omphalina
Omphalotus
Otidea
Oudemansiella
Panellus
Pachyella
Panaeolus
Parmastomyces
Paxillus
Peniophora
Perenniporia
Peziza
Phaeogalera
Phaeolepiota
Phaeomarasmius
Phaeotellus
Phanerochaete
Phellinus
Phlebia
Phlebiopsis
Pholiota
Pholiotina
Pleurotus
Plicaturopsis
Pluteus
Polyporus
Poniophora
Porostereum
Postia
Psathyrella
Pseudoclitocybe
Pseudocraterellus
Psilocybe
Ptychoverpa
Pulvinula
Radulomyces
Ramaria
Rhizopogon
Rhodocybe
Rhodocollybia
Rhodotus
Rickenella
Rigidoporus
Russula
Rutstroemia
Sarcomyxa
Sarcoscypha
Schizopora
Scleroderma
Scutellinia
Scytinostroma
Sebacina
Septobasidium
Sidera
Simocybe
Sistotrema
Skeletocutis
Sowerbyella
Spathularia
Steccherinum
Stereum
Stropharia
Suillus
Tarzetta
Tephrocybe
Terana
Trametes
Trechispora
Tremella
Trichaptum
Tricholoma
Tricholomopsis
Trichopaea
Tubaria
Tuber
Tulostoma
Typhula
Vascellum
Verpa
Volvaria
Volvariella
Vuilleminia
Xenasmatella
Xerocomus
Xerula
Xylaria
© 2019
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.